• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 049.98 75 002

Disfuzione erettile

Il tasso di incidenza dell’impotenza varia a seconda della gravità della sindrome. Va sottolineato però il fatto che le forme più benigne di disfunzione erettiva si verificano assai più frequentemente di quelle gravi. L’impotenza secondaria, che può essere associata a una problematica psicologica importante o a una psicopatologia, è uno dei disturbi più comuni dei pazienti maschi che non lamentavano disfunzionalità particolari nella loro vita sessuale, per sviluppare successivamente difficoltà sessuali o un vero e proprio disturbo. Si ritiene, infatti, che circa la metà della popolazione maschile ha sperimentato occasionali episodi passeggeri di impotenza, considerati entro i limiti del comportamento sessuale non di attenzione clinica.

Al contrario, l’impotenza primaria è una forma grave e cronica del medesimo disturbo in uomini che non hanno mai goduto di un buon funzionamento nelle loro esperienze sessuali ed è considerata una patologia grave ed assai meno comune.

Le difficoltà erettive possono manifestarsi in uomini di tutte le età: in adolescenti che stanno appena cominciando ad esplorare il mondo della sessualità, in uomini nel pieno vigore sessuale e in quelli non più giovani che possono temere che l’età li abbia derubati per sempre della loro virilità.

L’impotenza può essere originata da fattori fisici o psicologici, oppure da entrambi.

L’impotenza psicogena può essere associata a una perdita generale del desiderio sessuale e difficoltà eiaculatoria, ma la disfunzione essenziale del disturbo è l’impedimento al riflesso erettivo. Nello specifico il meccanismo vascolare riflesso non riesce a pompare nei corpi cavernosi del pene abbastanza sangue da renderlo rigido ed eretto.

Tale condizione è tra le esperienze più frustranti, umilianti e distruttive. In quasi tutte le culture e in quasi tutti i gruppi sociali l’autostima di un maschio si fonda in maniera preponderante sulla sua erezione. Di conseguenza, una depressione secondaria segue comunemente episodi protratti di impotenza. In altri casi, è anche vero il contrario, cioè che una depressione potrebbe essere la ragione di una disfunzione erettiva, nel qual caso la depressione deve essere superata prima che l’impotenza possa rispondere al trattamento. Pertanto, in questi casi è fondamentale per il clinico stabilire subito se la persona soffre di depressione primaria di cui l’impotenza è un sintomo, o di depressione secondaria che è una reazione alla sua disfunzione erettiva.

Difficoltà erettive possono anche manifestarsi e insorgere nelle situazioni di discordia coniugale. Ovviamente, l’impotenza può avere un effetto estremamente distruttivo in una relazione di coppia, ma può anche originarsi da una relazione che era in sé distruttiva.

Approfondimento

Un disturbo all'erezione si ha quando, pur essendo presente un buon desiderio sessuale e la situazione relazionale giusta, non si ha un adeguato arrivo di sangue al pene, quindi non si ha una valida rigidità, una buona e duratura erezione. Molti uomini sono saltuariamente esposti a difficoltà dell'erezione e questa esperienza è vissuta psicologicamente in modo molto negativo.

La disfunzione erettile può essere primaria o secondaria, a seconda se si presenta all’inizio dell’attività sessuale oppure interviene in un secondo momento; inoltre si può distinguere tra disfunzione erettile generalizzata o situazionale se si presenta sempre durante l’attività sessuale o se interviene in determinati momenti, situazioni o partner. Molto spesso, a seguito di ripetuti “insuccessi”, può sopraggiungere una certa “ansia da prestazione” che può peggiorare l'attività sessuale o addirittura generare anticipazioni talmente negative sulla propria perfomance, da dar vita a una “profezia che si autorealizza”, innescando il problema e imprigionando la persona in un vero e proprio “circolo vizioso”

L’aspetto psicologico ha una notevole rilevanza: momenti di stress, ansia, depressione possono generare difficoltà nel raggiungere o mantenere l’erezione. La disfunzione erettile di origine psicologica solitamente è reversibile ed è affrontabile proprio attraverso un percorso di psicoterapia personale. In altri casi la disfunzione erettile è dovuta a cause prettamente organiche come: diabete, obesità, malattie vascolari, traumi spinali, neuropatia periferica, ipogonadismo, iperprolattinemia. In questi casi, il trattamento medico è fondamentale, sebbene una psicoterapia possa comunque essere di un qualche aiuto rispetto ai vissuti emotivi collegati al problema di pertinenza medica. Inoltre, l’abuso di droghe e alcol o alcuni trattamenti farmacologici possono facilitare l’insorgenza di una disfunzione erettile se non esserne la cagione stessa.

Il raggiungimento e il mantenimento dell’erezione dipende da numerosi processi in delicato equilibrio tra di loro sia fisiologici che psicologici.

Non esiste un'unica terapia per la disfunzione erettile, se il disturbo è di origine psicologica è essenziale l’intervento di uno psicoterapeuta che con il dialogo e con esercizi mirati al rilassamento e/o alla comunicazione di coppia può risolvere la disfunzione erettile. Se questa disfunzione è di origine organica, invece, bisogna valutare attentamente le cause biologiche che l’hanno determinata, risolvere le eventuali patologie a carico di altri organi per poi utilizzare trattamenti specifici per le problematiche mediche rilevate.

Chi Siamo

La Società Italiana di Sessuologia ed Educazione sessuale (S.I.S.E.S.) si è costituita con lo scopo di promuovere lo studio, la ricerca, la formazione e l’intervento nell’ambito della Sessualità umana e delle sue problematiche disfunzionali, sia biologiche che psicologiche, attraverso un approccio multidisciplinare, che interroga e mette in dialogo i diversi saperi che si occupano dell’umano, della sua cura, del suo benessere psichico, delle sue culture e delle sue società.

Leggi tutto

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Tipi di cookie utilizzati da SocietaSessuologia.it

Utilizziamo diversi tipi di cookie per gestire la navigazione e l'usabilità del sito. Nel tuo browser potrebbero essere memorizzati alcuni o tutti i cookie elencati qui di seguito. Puoi visualizzare e gestire i cookie nel tuo browser (anche se è possibile che i browser per dispositivi mobili non offrano questa visibilità).
Categoria di utilizzo Esempio
Preferenze Questi cookie permettono ai nostri siti web di memorizzare informazioni che modificano il comportamento o l'aspetto dei siti stessi, come la lingua preferita o l'area geografica in cui ti trovi. Memorizzando l'area geografica, ad esempio, un sito web potrebbe essere in grado di offrirti previsioni meteo locali o notizie sul traffico locale. I cookie possono anche aiutarti a modificare le dimensioni del testo, il tipo di carattere e altre parti personalizzabili delle pagine web.La perdita delle informazioni memorizzate in un cookie delle preferenze potrebbe rendere meno funzionale l'esperienza sul sito web ma non dovrebbe comprometterne il funzionamento.
Sicurezza Utilizziamo i cookie di sicurezza per autenticare gli utenti, prevenire l'uso fraudolento delle credenziali di accesso e proteggere i dati degli utenti da soggetti non autorizzati.Ad esempio, utilizziamo cookie chiamati "SID" e "HSID" contenenti record con firma digitale e crittografati per l'ID dell'account di un utente e per la sua data di accesso più recente. La combinazione di questi due cookie ci permette di bloccare molti tipi di attacchi, ad esempio i tentativi di rubare i contenuti dei moduli che completi sulle pagine web.
Processi I cookie dei processi contribuiscono al funzionamento dei siti web e all'offerta dei servizi che i visitatori si aspettano di trovarvi, ad esempio la possibilità di navigare tra le pagine o di accedere ad aree protette del sito. Senza questi cookie, il sito non può funzionare correttamente.
Pubblicità Utilizziamo i cookie per rendere la pubblicità più coinvolgente per gli utenti e più utile per publisher e inserzionisti. Alcuni impieghi comuni dei cookie includono la selezione della pubblicità in base a ciò che è pertinente per un utente, il miglioramento dei rapporti sul rendimento delle campagne e la possibilità di evitare la visualizzazione di annunci che l'utente ha già visto.
Stato della sessione I siti web spesso raccolgono informazioni sul modo in cui gli utenti interagiscono con essi. Ciò può includere le pagine visitate più spesso dagli utenti e l'eventualità che gli utenti ricevano messaggi di errore da determinate pagine. Utilizziamo questi "cookie relativi allo stato della sessione" per migliorare i nostri servizi e l'esperienza di navigazione dei nostri utenti. Il blocco o l'eliminazione di questi cookie non renderà inutilizzabile il sito web.Questi cookie potrebbero essere utilizzati anche per misurare l'efficacia della pubblicità PPC (Pay Per Click) e della pubblicità affiliata.
Analytics Google Analytics è uno strumento di analisi di Google che aiuta i proprietari di siti web e app a capire come i visitatori interagiscono con i contenuti di loro proprietà. Si può utilizzare un set di cookie per raccogliere informazioni e generare statistiche di utilizzo del sito web senza identificazione personale dei singoli visitatori da parte di Google.Oltre a generare rapporti sulle statistiche di utilizzo dei siti web, il tag pixel di Google Analytics può essere utilizzato, insieme ad alcuni cookie per la pubblicità descritti sopra, per consentirci di mostrare risultati più pertinenti nelle proprietà di Google (come la Ricerca Google) e in tutto il Web.Leggi ulteriori informazioni su cookie di Analytics e privacy.

COME DISATTIVARE I COOKIE SUL TUO BROWSER

Di seguito i link dei principali browser con le istruzioni per la disattivazione dei cookie:

Dove siamo

Contatti

Telefono
+39 - 049 98 75 002

FAX
+39 - 049 98 75 002

E-mail:
info@sises.it

Area riservata