• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 049.98 75 002

Il ruolo dello svelamento (disclosure) e del coming out familiare

La formazione di un'identità omosessuale è un processo lento e complesso, ma più la persona acquisisce consapevolezza del proprio orientamento sessuale e lo integra nell’immagine di sé, più sente l’esigenza di comunicarlo agli altri. Nel contesto scientifico, con il termine disclosure o svelamento ci si riferisce all’esplicita rivelazione delle proprie preferenze sessuali.

Lo svelamento rappresenta un evento fondamentale per l’individuo in quanto, nella vita di tutti i giorni, è possibile essere scambiati per eterosessuali, non essendo identificabile l’omosessualità per caratteristiche fisiche o di personalità. Ne consegue che la decisione di rivelarsi agli altri rappresenta un momento estremamente significativo, che si costituisce come un crocevia esistenziale che sancisce un prima e un poi.

Fra tutte, la “confessione” ai genitori è spesso l’esperienza più complessa che una persona omosessuale affronta. Per i giovani omosessuali la reazione dei genitori allo svelamento è molto importante e sono combattuti tra la paura del rifiuto e il desiderio di trovare supporto. Essere accettati dai propri genitori è uno dei bisogni primari di ogni individuo e, al pari di ogni altra persona, gay e lesbiche hanno bisogno dello stesso tipo di legame forte con la propria famiglia d’origine. Anzi, in questi casi, un appoggio incondizionato e sincero è fondamentale per riuscire ad affrontare una società spesso ostile e carica di pregiudizi.

Informare i genitori del proprio orientamento sessuale rappresenta un evento benefico per la salute psicologica degli individui e per il buon funzionamento della coppia gay o lesbica.

La letteratura scientifica ha messo in evidenza come gay o lesbiche che vivono in contesti meno stigmatizzanti e che hanno un migliore rapporto con i genitori in termini di buona comunicazione, apertura dei propri vissuti esperienziali, condivisione e supporto emotivo e assenza di conflitti, sono coloro che maggiormente desiderano rivelarsi. Inoltre, la ricerca ha messo in evidenza come lo svelamento abbia effetti positivi per il benessere personale e psicosociale solo se sia frutto di libera scelta, motivata da una realistica riflessione sul rapporto costi e benefici conseguenti alla rivelazione, come ad esempio, avere una fonte di supporto alternativa alla famiglia ed essere consapevoli delle possibili reazioni di rifiuto che possono manifestarsi anche con l’allontanamento fisico e la sospensione di risorse economiche e materiali.

Esiste una relazione tra la decisione di rivelare la propria omosessualità ai familiari e l’aspettativa delle possibili reazioni alla disclosure: in particolare i giovani che tengono celato il proprio orientamento sessuale ai genitori si aspettano di ricevere reazioni negative più intense rispetto a coloro che hanno deciso di rivelarsi.

Solo pochi genitori reagiscono in modo accettante e supportivo e, nella maggioranza dei casi, la reazione positiva è determinata dal fatto che essi trovano una conferma ai loro dubbi circa la possibile omosessualità del figlio o della figlia. Per lo più, i genitori hanno reazioni emotive e comportamentali negative: choc, tristezza, senso di colpa, imbarazzo e rifiuto e in taluni casi anche estreme come l’allontanamento del figlio o della figlia. Generalmente, i genitori attraverserebbero i cinque stadi di dolore di Kubler-Ross (1969), cominciando dallo choc, passando per il rifiuto, la tristezza e la rabbia, sino all’accettazione finale dell’orientamento sessuale dei propri figli.

Per molti genitori il mondo omosessuale è ancora del tutto sconosciuto, estraneo e difficile da capire. Spesso interiorizzano gli stereotipi e i pregiudizi comunemente associati a questo stile di vita e vivono profondi sensi di colpa legati alla credenza che la causa dell’omosessualità sia riconducibile a un rapporto genitori-figli disturbato, idea sostenuta per anni in ambito clinico. Inoltre, non sanno a chi rivolgersi, con chi parlare del proprio disagio, diventando essi stessi vittime di un atteggiamento discriminante collettivo che li spinge a non scoprirsi troppo e a vivere nell’isolamento la propria perduta “normalità”.

Chi Siamo

La Società Italiana di Sessuologia ed Educazione sessuale (S.I.S.E.S.) si è costituita con lo scopo di promuovere lo studio, la ricerca, la formazione e l’intervento nell’ambito della Sessualità umana e delle sue problematiche disfunzionali, sia biologiche che psicologiche, attraverso un approccio multidisciplinare, che interroga e mette in dialogo i diversi saperi che si occupano dell’umano, della sua cura, del suo benessere psichico, delle sue culture e delle sue società.

Leggi tutto

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Tipi di cookie utilizzati da SocietaSessuologia.it

Utilizziamo diversi tipi di cookie per gestire la navigazione e l'usabilità del sito. Nel tuo browser potrebbero essere memorizzati alcuni o tutti i cookie elencati qui di seguito. Puoi visualizzare e gestire i cookie nel tuo browser (anche se è possibile che i browser per dispositivi mobili non offrano questa visibilità).
Categoria di utilizzo Esempio
Preferenze Questi cookie permettono ai nostri siti web di memorizzare informazioni che modificano il comportamento o l'aspetto dei siti stessi, come la lingua preferita o l'area geografica in cui ti trovi. Memorizzando l'area geografica, ad esempio, un sito web potrebbe essere in grado di offrirti previsioni meteo locali o notizie sul traffico locale. I cookie possono anche aiutarti a modificare le dimensioni del testo, il tipo di carattere e altre parti personalizzabili delle pagine web.La perdita delle informazioni memorizzate in un cookie delle preferenze potrebbe rendere meno funzionale l'esperienza sul sito web ma non dovrebbe comprometterne il funzionamento.
Sicurezza Utilizziamo i cookie di sicurezza per autenticare gli utenti, prevenire l'uso fraudolento delle credenziali di accesso e proteggere i dati degli utenti da soggetti non autorizzati.Ad esempio, utilizziamo cookie chiamati "SID" e "HSID" contenenti record con firma digitale e crittografati per l'ID dell'account di un utente e per la sua data di accesso più recente. La combinazione di questi due cookie ci permette di bloccare molti tipi di attacchi, ad esempio i tentativi di rubare i contenuti dei moduli che completi sulle pagine web.
Processi I cookie dei processi contribuiscono al funzionamento dei siti web e all'offerta dei servizi che i visitatori si aspettano di trovarvi, ad esempio la possibilità di navigare tra le pagine o di accedere ad aree protette del sito. Senza questi cookie, il sito non può funzionare correttamente.
Pubblicità Utilizziamo i cookie per rendere la pubblicità più coinvolgente per gli utenti e più utile per publisher e inserzionisti. Alcuni impieghi comuni dei cookie includono la selezione della pubblicità in base a ciò che è pertinente per un utente, il miglioramento dei rapporti sul rendimento delle campagne e la possibilità di evitare la visualizzazione di annunci che l'utente ha già visto.
Stato della sessione I siti web spesso raccolgono informazioni sul modo in cui gli utenti interagiscono con essi. Ciò può includere le pagine visitate più spesso dagli utenti e l'eventualità che gli utenti ricevano messaggi di errore da determinate pagine. Utilizziamo questi "cookie relativi allo stato della sessione" per migliorare i nostri servizi e l'esperienza di navigazione dei nostri utenti. Il blocco o l'eliminazione di questi cookie non renderà inutilizzabile il sito web.Questi cookie potrebbero essere utilizzati anche per misurare l'efficacia della pubblicità PPC (Pay Per Click) e della pubblicità affiliata.
Analytics Google Analytics è uno strumento di analisi di Google che aiuta i proprietari di siti web e app a capire come i visitatori interagiscono con i contenuti di loro proprietà. Si può utilizzare un set di cookie per raccogliere informazioni e generare statistiche di utilizzo del sito web senza identificazione personale dei singoli visitatori da parte di Google.Oltre a generare rapporti sulle statistiche di utilizzo dei siti web, il tag pixel di Google Analytics può essere utilizzato, insieme ad alcuni cookie per la pubblicità descritti sopra, per consentirci di mostrare risultati più pertinenti nelle proprietà di Google (come la Ricerca Google) e in tutto il Web.Leggi ulteriori informazioni su cookie di Analytics e privacy.

COME DISATTIVARE I COOKIE SUL TUO BROWSER

Di seguito i link dei principali browser con le istruzioni per la disattivazione dei cookie:

Dove siamo

Contatti

Telefono
+39 - 049 98 75 002

FAX
+39 - 049 98 75 002

E-mail:
info@sises.it

Area riservata